I 13 punti del buon curriculum

cv2

Se l’idea di dover creare il vostro curriculum vi spaventa e non sapete proprio da che parte cominciare, allora siete capitati nel post giusto.

Trovare lavoro non è facile ma un buon curriculum può fungere da ancora di salvezza: la prima impressione, si sa, è quella che conta e se esso è scritto male o vi sono errori di progettazione, il rischio di precludersi delle ottime opportunità’ è alto.

Allo stesso tempo su internet si trovano consigli di fantomatici autoproclamati esperti che possono essere non solo fuorvianti ma addirittura controproducenti.

Quindi fidati solo di coloro di cui puoi attestare la professionalità.

 Quali sono dunque gli accorgimenti da seguire per una buona stesura di curriculum? 

 

1)   Non deve mai superare le due pagine. Capita di avere molto da dire e di cui andare fieri ma nessun selezionatore avrà mai voglia o tempo di leggere pagine e pagine su di voi, soprattutto perché con ampia probabilità non sarete i soli con cui dovranno confrontarsi.

2)   Privilegiate il formato personalizzato e non il classico Europass, che non è sbagliato, ma è ormai obsoleto, può andare bene per concorsi pubblici o se esplicitamente richiesto. Con la personalizzazione avrete la possibilità di creare un prodotto che vi rispecchi e metta maggiormente in luce i vostri talenti e la vostra personalità

3)   Utilizzate i grassetti, ma con parsimonia, evidenziate solo le parole chiave, quelle che per voi sono importanti.

4)   Inserite una vostra fotografia professionale e con questo termine intendo un’immagine sobria (per esempio: niente occhiali da sole, niente foto a feste o con drink in mano) che vi rappresenti.

5)   Inserite le vostre esperienze professionali e la vostra formazione extra e intra scolastica in ordine cronologico in modo però che le prime che si leggono siano le più recenti esperite. Inserite sempre la data di inizio e di fine.

6)   Fornite il vostro consenso al trattamento dei dati personali.

7)   Definite sempre per quale posizione lavorativa vi state candidando nella mail o application che accompagna il CV.

8)   Inserite le vostre più recenti esperienze lavorative descrivendo brevemente le mansioni svolte e le abilità che avete acquisito. Non siate troppo sintetici ma neanche troppo prolissi, tenete a mente che chi legge in vostro curriculum deve capire ma allo stesso tempo non perdersi in mille inutili dettagli.

9)   Definite le vostre competenze, e con esse intendo ciò che sentite di fare bene e in autonomia, non date ulteriori spiegazioni, verrà approfondito durante il colloquio.

10)  Indicate le vostre soft skills ovvero i quali sono i vostri punti di forza (per esempio Lavoro in team, Comunicazione, Flessibilità) e i vostri tratti della personalità (apertura mentale, tatto con le persone, ascolto) tenete presente, che durante il colloquio è molto probabile che vi siano chieste le motivazioni di tali scelte.

11)  Non dimenticate di inserire sempre la vostra città di residenza.

12)  Rendete esplicite le vostre competenze linguistiche definendo il livello.

13)  Se siete titolari di un account Linkedin ben curato e aggiornato frequentemente, non esitate ad inserire il link nel vostro curriculum.

 

 

Nel prossimo post analizzeremo i tratti della personalità emersi dalle esperienze dirette dei soci fondatori di Stars & Cows e confermati dagli approfondimenti di letteratura e dai benchmark interpellati. Possono essere intesi come gli ingredienti necessari per andare d’accordo ed essere in armonia con le persone ed avere successo nel lavoro.